Intervista ai THE PRIMALS

Il giocatore non è il personaggio principale, ma la “game experience” lo è.

Esiste una rock band che si basa su questo concetto.

I THE PRIMALS si sono formati nel 2014 come band ufficiale del popolare gioco Final Fantasy XIV (FFXIV).

I membri dei THE PRIMALS sono:
GUNN, Eikichi Iwai, Tetsuya Tachibana, Michael Christopher Koji Fox e Masayoshi Soken, che è anche il sound director del gioco.
Negli anni, hanno girato il mondo e composto diverse canzoni che poi sono state usate anche nel gioco, ma adesso hanno il compito di creare musica da 0 per l’ultima espansione di Final Fantasy XIV, Endwalker.
Prima del rilascio dell’espansione, sarà rilasciato uno speciale vinile chiamato ENDWALKER 7-inch Vinyl, che conterrà le musiche create ad hoc per questa espansione.

Essere la “band ufficiale” deve essere veramente spettacolare, vero?

Soken: Sì, probabilmente lo è

Quale era l’intenzione della band?

Soken: La prima opportunità fu davvero semplice. Molte canzoni sono dentro a FFXIV.
Era come se ci fosse un blocco di qualche tipo. Poi tutto divenne chiaro ma solo quando decisi di suonarle live a Las Vegas.
Tutto cominciò quando dovetti formare una band per il Fan Festival.

È vero che Soken sceglie personalmente i membri?

Soken: Sono un produttore musicale e produco musica per videogiochi. Quando si tratta di “lavorare come una band”, sono una frana.
Fu GUNN ad aiutarmi. Io e lui abbiamo dei contatti in comune.
Attraverso quei contatti, mi sono consultato con GUNN e gli dissi: “Voglio formare una band come quella”.
GUNN: Al tempo, stavo ancora dicendo “Chi è Soken?” (ride)
Soken: Esatto. (ride)
GUNN: Quindi nel mentre che ricevevo spiegazioni sulle musiche di FFXIV, sentii delle voci a riguardo delle persone che dovevano essere inserite dentro la band. Poi, Soken-san mi disse: “Voglio tuo zio”. Era una storia del tipo “Conosci qualcun’altro il cui zio è abbastanza folle?” Già lo sapeva (ride). Quindi contattammo quei due (Eikichi Iwai e Tetsuya Tachibana)

Anche durante una delle vostre live, avete detto chiaramento “il vecchio sta sudando”. Fu un punto importante nella formazione della vostra band?

Soken: Precisamente. Se guardassi indietro ora, direi che c’era molta musica che ritenevo rock.
I THE PRIMALS vanno oltre la normale concezione di rock band.
Penso che in una band normale, siano le persone che ne fanno parte ad agire come protagoniste.
Nei THE PRIMALS, c’è un legame speciale. Cerchiamo di immedesimarci nel protagonsita del gioco.
In altre parole, le persone che vengono ai nostri concerti vengono per ascoltare le canzoni che hanno caratterizzato la loro esperienza di gioco.
Inoltre, i feeling sono gli stessi per ogni giocatore. Per fare un esempio, è nostro compito far rivivere quell’esperienza a tutti i nostri ascoltatori.

Tachibana: Sono stato a diversi FanFest esteri.
Non importa dove lo fai, ci saranno sempre persone che ti infondono una sottospecie di calore, di vitalità.
Tutto questo può accadere grazie al linguaggio comune che si chiama gioco. Capitò anche a me di provare sentimenti di felicità e tristezza nel gioco.
Quando suoniamo, vogliamo entrare nelle teste e nei cuori della gente.
Posso dire che è un po’ diverso dall’ascoltare musica tradizionale.

Soken: Ecco perché è difficile, dal punto di vista di un compositore, potrei dire qualcosa come “ascolta la mia musica”. I THE PRIMALS, si basano sull’esperienza di gioco del singolo giocatore.

Posso sopprimere il mio ego, visto che sto invecchiando?

Soken: Puoi. Anche perché, come dico sempre, il vecchio rock è il migliore.
Ho sperimentato molto, ma adesso che sono con persone che sanno esprimere “I’m this now” penso di poter fare il rock che tanto desidero.

Tornando seri. Come si sono sentinti Iwai-san e Tachibana-san dopo che hanno ricevuto l’invito?

Iwai: Fu la prima volta che mi chiamarono “Zio”. È stato divertente.

Tutti: Ahahahah!

Iwai: Da quando sono entrato, ogni volta che si suonava dal vivo, è sempre stato divertente.

Tachibana: Quando incontrai per la prima volta Soken-san, non fu una bella esperienza (ride)

Soken: Ahahaha! (ride)

Tachibana: Ma mentre incidevamo e suonavamo dal vivo, ebbi modo di conoscerlo.
Addirittura sono arrivato a pensare che fosse una persona molto seria.
Anche la sua performance mi colpì.

Koji-san, il vocalist, si è unito in un modo leggermente diverso, giusto?

Koji: Precisamente. Come Soken-san, sono un dipendente di Square Enix, ma lavoro in un reparto diverso.
Soken-san si occupa delle musiche e dei suoni, io mi occupo della localizzazione.
È un reparto che si occupa della traduzione dei giochi Giapponesi per il resto del mondo.
Ricordo ancora quando Soken venne da me e mi chiese: “Sto per scrivere una canzone. Puoi occuparti tu del testo?” Così cominciai a scrivere i testi.
All’epoca però non c’era nessuno che li potesse cantare.
Ancora una volta, Soken venne da me e chiese se sapevo cantare.
All’inizio risposi che era molto imbarazzante perché non lo avevo mai fatto ma ero fiducioso che la cosa potesse funzionare.

Hai mai avuto delle difficoltà nello scrivere i testi?

Koji: Mi sono divertito a scrivere i testi.
All’inizio, il mio era un lavoro di localizzazione, quindi traducevo quello che la gente scriveva.
Soken-san mi disse che potevo scrivere il testo per una canzone di FFXIV come più volevo.
È stato divertente perché era la prima volta da quando sono entrato in Azienda, che scrivevo qualcosa da zero.
Soken-san mi diede la sua approvazione e da lì mi sono detto, perché no.

Soken: Fufufu (ride)

Koji: Mentre scrivevo i testi e li cantavo, mi venne detto che dovevo cantarli anche dal vivo, quindi salire sul palco.
Alla fine mi sono ritrovato davanti a 5000 persone e la cosa mi piacque!

Tutti: Ahahah!

Soken: Detto questo, abbiamo fatto un tour in Giappone, poi abbiamo anche fatto un evento a Makuhari con 15000 persone. Poi all’estero: Seoul, Shanghai, Parigi…

Koji: Londra.

Soken: Francoforte. Li stiamo facendo su scala globale davanti a migliaia di persone attraverso i 7 continenti.

GUNN: Abbiamo molta più esperienza di una tipica band (ride).

Soken: Inoltre chiesi a Koji se apprezzasse la musica rock.
Essendo americano, è cresciuto ascoltando la vera musica rock.
Personalmente ascolto sempre lo stesso genere.
Quando fai una cover, non devi spiegare chi sei.

Che tipo di artista ti viene in mente in questo momento?

Koji: Voi due stavate cantando gli OFFSPRING in autobus.

Soken: Ho causato non pochi problemi all’autista Tedesco dell’autobus (ride).
Poi cantai per 3 ore di fila in macchina.
Anche in autostrada. OFFSPRING e Guns ‘n Roses, cosa volere di più?

Koji: Rage Against The Machine. Ascolto molto spesso rock anni ’90.

È grazie a FFXIV che un dipendente può essere scelto come frontman e suonare così in giro per il mondo?

Koji: Soken-san ed io siamo anche gli sviluppatori di FFXIV. Quindi, quando saliamo sul palco, i giocatori sono al settimo cielo.
Cerco di essere anche un amico. A volte mi chiedo se la gente potrà riuscire a perdonarmi perché c’è un detto: “Sono io che faccio giochi che piacciono”.
È vero che sono stipendiato da Square Enix, ma sto lavorando anche molto sodo. Sono contento che i fan mi apprezzino per quello che sono.

La band venne formata con “Game Experience First” come motto. Dopo sette anni di attività, è cambiato qualcosa?

Soken: Naturalmente “Game Experience First” è ancora il nostro motto. Come band, abbiamo tutti voglia di migliorarci.

Potete essere più specifici?

Soken: All’inizio, era tutto improvvisato. Tuttavia, ci sono stati poi errori e tentativi che hanno richiesto una maggiore tecnicità da parte mia.
A volte penso che potrei esagerare un pochino, ma poi torniamo sempre da dove siamo partiti. Non nego che ci sono stati cambiamenti nella band, ma sono molto sottili.

GUNN: Condivido appieno.

Soken: I punti cruciali sono la “Game Experience” e un ottimo rock.

L’ultimo lavoro dei THE PRIMALS è “Endwalker”. Fino ad ora, facevate principalmente cover delle canzoni del gioco. Per Endwalker la cosa è diversa: La sigla è stata composta da voi e completamente da zero.

Soken: Fino ad ora mi ero concentrato su come portare dal vivo la musica del gioco. Questa volta però ho deciso di implementare tutto da zero. Essendo anche attivo da molto tempo, sono riuscito a costruire un ottimo rapporto con i membri della band e a trasmettere il mondo di gioco attraverso i THE PRIMALS

Tutto questo perché finalmente la formazione dei THE PRIMALS è completa?

Soken: Penso di sì. Questa volta il tema principale del gioco è al suo apice. D’altrocanto, l’idea della band si era formata all’inizio del 2014. Ora finalmente il mio desiderio si è realizzato.

Per questo lavoro, ho sentito che Sam Carter degli ARCHITECTS sarà il cantante principale.

Soken: Lo scelsi personalmente per la qualità della sua voce. Dal momento che la visione che abbiamo per Endwalker è molto importante, Sam è stata la soluzione a cui abbiamo tutti pensato e scelto per questo ruolo.
Ovviamente c’erano altri candidati, ma la scelta è ricaduta su Sam perché sapevo che avrebbe potuto dare una marcia in più.

Per quale motivo ti è piaciuta la voce di Sam Carter?

Soken: La sua qualità vocale gli permette di cantare normalmente e anche di fare dei growl.
Una volta compreso questo, penso che la sua voce sia la visione che tutto il team aveva immaginato.

GUNN: Sorprendentemente, anche la demo cantata da Soken-san era buona (ride).

Soken: Ahahah! (ride)

GUNN: Anche a me piace. Tuttavia, questa volta c’era un problema con la pronuncia mentre ci stavamo espandendo a livello globale.
Sam venne scelto e pensai che tutto questo fosse meraviglioso!

Penso che sia stato difficile per lui venire in Giappone perché è un disastro col Coronavirus. Come ci sei riuscito?

Soken: Precisamente. Feci un sacco di riunioni in anticipo.

Koji: Lo hai fatto per tre volte.

Soken: All’inizio ci siamo scambiati varie email ma fu difficile trasmettere quello che volevamo fare realmente. Parlai direttamente con lui solo dopo la terza volta.
Fui felice di vedere che andò tutto bene fin da subito. Dopotutto il linguaggio che ci accomuna è quello del rock. È stato folle ma molto bello.

Dato che è solitamente Koji-san il vocalist, come percepite la nomina di Sam Carter?

Koji: Quando sentii per la prima volta la canzone pensai che non potevo raggiungere quel tono di voce e growl.
Tuttavia, non esiste una cosa come “Perché no?” Oltretutto adesso devo lavorare sodo sui testi. Ciò non significa che non stia facendo del mio meglio.

Quindi significa che potrai concentrarti meglio sui testi?

Koji: Precisamente. Soken-san inserisce anche parole di vecchie canzoni nei suoi testi, quindi questa volta l’ho fatto anche io.

Questo vinile include due versioni della canzone di Endwalker. La versione normale e la versione usata nel trailer. “Endwalker Footfalls” è composta da una struttura che combina frasi di canzoni passate. Sbaglio?

Soken: In realtà, la versione Footfalls è stata la prima che ho realizzato. Quindi la versione “normale” è una canzone completamente nuova basandomi sul video che mi mostrarono.
FFXIV esiste da 10 anni e ovviamente ha tante cose dentro la sua storia.

Il suo sviluppo è stato progressivo perché contiene canzoni e frasi richieste dai giocatori. Come è stato lavorare in questo modo?

Tachibana: Molto molto difficile. Cominciava a non piacermi più (ride)

Tutti: Ahahah!

GUNN: Quando organizziamo quello che fa Soken-san, discutiamo tutti assieme il cosa inserire, cosa togliere etc.
Ho anche pensato di inserire un nuovo strumento e cambiare alcune cose. Mi sono impegnato molto per migliorare il lavoro.

Ad esempio, cosa hai voluto provare?

GUNN: La chitarra acustica. Quindi mi sono consultato con Soken.
Quando la suono, normalmente non provo sensazioni come quelle che ho provato suonando la canzone di Endwalker.

La parte realizzata da Soken-san, alla fine verrà utilizzata?

GUNN: Sì.

Soken: È una cosa molto misteriosa

C’è qualcosa che vorreste provare come THE PRIMALS in un prossimo futuro?

Soken: Partecipare ad un FANFEST come THE PRIMALS. A molti utenti dei vari Fan Festival piacciono altri tipi di intrattenimento.
Sarebbe rinfrescante andare ad un FanFest a tema THE PRIMALS ed incontrare altre band.

Sicuramente tutto è possibile per i THE PRIMALS, giusto?

Soken: Non a tutti i giocatori piace il rock. Ad alcuni piace anche l’Hip Hop. Spero che potremo fare qualcosa a riguardo in futuro.

Intervista in lingua originale

Facebook
Twitter
Email
Print
Hanna
Hanna Site Founder | Lousoix